Nota prima di cominciare
Questo articolo non vuole demonizzare nessun alimento.
Bensì mettere in luce alcuni aspetti meno noti della dieta Mediterranea di cui non si parla mai diffusamente.
L’idea di base è, a parità di macro, imparare a scegliere le fonti alimentari ideali per il nostro benessere. E non solo quello che la cultura popolare ci ha insegnato come ‘giusto’.

Questo articolo non è di tipo Paleo, cosi come non lo è il mio approccio.

 

COSA SONO ESATTAMENTE?

In questo articolo per Cereali non si intenderanno i cereali da colazione in fiocchi.
Bensì tutta la categoria agricola dei Cereali o Grani, dunque nella pratica:

 

✓ Tutte le Farine, come Pasta, Pizza e Pane etc etc

✓ Tutti grani come grano duro classico, kamut, farro eccetera…

✓ Gli alimenti a base di farine come dolci, merendine, brioche, biscotti, pastelle e qualsiasi altro alimento che contenga farina

 

Da quando siamo nati ci sono stati spiegati i benefici dei Cereali, e come la loro assenza sia assolutamente sbagliata per una ‘sana alimentazione’. Come i Cereali (integrali spesso e volentieri) siano la fonte di carbo migliore e imprescindibile per ogni individuo. Non lasciando spazio a discussioni alternative.
E’ così e basta.

Essi sono alla base della piramide alimentare classica, dove si possono consumare praticamente senza limiti.

 

piramide-alimentare-classica

Esempio di Piramide mediterranea classica.

 

 

Anche per me personalmente, questo è stato uno di quegli argomenti che ha richiesto più anni per essere accettato, sperimentato e osservato con chiarezza. Su di me e sui Clienti.

 

Da bambino anch’io, come quasi tutti, amavo pasta, dolci e soprattutto pane.
Dunque arrivare in fondo a questa ricerca negli anni è stata in parte una sofferenza, in parte una liberazione.

 

Qui vedremo i dati riguardo i Cereali, e potrai trovare la bibliografia in fondo l’articolo. Iniziamo a vedere punto per punto i fatti riguardo i Cereali.

 

QUANDO ABBIAMO INIZIATO A MANGIARE I CEREALI?

Già questo implica una cosa molto semplice:

 

l’Uomo NON ha sempre mangiato
Grani e Cereali.

 

Ha iniziato in un momento molto specifico della storia, come i resti umani ci mostrano.
Un uomo preistorico non avrebbe saputo cosa farsene di una spiga di grano. Era immangiabile, cosi da cruda come Natura l’ha fatta.

 

L’uomo ha iniziano ad usare i cereali a scopo alimentare circa 10/12.000 anni fa,
ovvero con l’avvento e la diffusione dell’agricoltura
.

 

10.000 anni fa possono sembrare una lunga distanza nel tempo, ma si deve considerare che per l’arco della storia, e soprattutto per l’evoluzione della specie, 10.000 anni sono un tempo brevissimo. Un puntino su una retta.

 

In altre parole, l’Uomo (considerandolo dai primi ominidi di 4 milioni di anni fa) ha vissuto il 99% del tempo sulla terra SENZA CEREALI.

Quindi immagina che una specie vive per milioni di anni in un modo preciso, con alimenti che poteva raccogliere, procacciare e mangiare naturalmente, con nutrienti a cui il DNA si è adeguato e di cui ha bisogno

 

E DI COLPO!

si ritrova a mangiare un cibo che

– non conosce

– che deve necessariamente essere lavorato per poterlo mangiare

– e di cui non conosce gli effetti, a breve e lungo termine.

 

Il caso vuole che, sempre circa 10.000 anni fa, hanno iniziato a svilupparsi centinaia di malattie che ancora ci portiamo dietro ai giorni nostri, e di cui parleremo tra poco.

E dire che il ricercatore dr Weston Price, lo aveva già fatto notare più di 85 anni fa nelle sue ricerche sulle tribù.

Significa che ora non solo per questo dovremmo smettere di colpo di mangiare Cereali!?

No. Come vedremo, non è quello in cui credo.
Ma qui vogliamo fare un excursus storico che ci ha portato fino alle abitudini odierne ed è importante conoscere il percorso che abbiamo attraversato come specie.

 

E PERCHE’ ABBIAMO INIZIATO E CONTINUATO A MANGIARLI?

Le ragioni non sono difficili.

Una volta sviluppati macchinari più complessi grazie allo sviluppo della nostra intelligenza, i grani sono risultati alimenti facili da coltivare, da avere tutto l’anno, che durano a lungo, facilmente conservabili, molto molto economici, in grado quindi di sfamare molte bocche anche in situazioni di povertà.

 

Inoltre una volta lavorati e raffinati erano anche buoni da mangiare. Infatti i grani o cereali hanno la caratteristica di alzare subito l’Insulina. Più velocemente di qualsiasi cibo conosciuto fino a quell’epoca (lo zucchero non era ancora arrivato).

Come ho già mostrato in altri articoli (leggi anche Quando il Cibo è una droga), il picco di Insulina alta dà sempre una sensazione di piacere al cervello. Questo è il motivo principale per cui gli zuccheri semplici ci sembrano così buoni.

 

Il problema di un picco insulinico è che in seguito sarà seguito da un calo, che stimolerà un forte senso di fame di zuccheri, producendo un circolo vizioso senza fine.
Inoltre senza ri-approfondire anche qui le conseguenze ormonali dell’insulina alta, ricordo che un’accellerazione (eccessivamente) elevata dell’Insulina nel sangue stimolerà il Cortisolo di coneguenza (l’ormone catabolico per eccellenza) oltre a produrre un circolo di dipendenza da altri carbo veloci.

 

Perchè?

Perchè il picco di Insulina viene registrato come un stress anomalo secondo le informazioni contenute nel nostro DNA, e il corpo deve rilasciare l’ormone responsabile della gestione dello stress, il Cortisolo.

 

Dunque zuccheri, semplici o complessi che siano, richiamano sempre altri zuccheri. A meno che non stimolino in minima parte l’insulina, in tal caso sono zuccheri sani anche per noi. Ma questi zuccheri sono quasi esclusivamente in verdura e frutta (per conoscere i frutti migliori dal punto di vista insulinico, qui trovi la tabella completa).

 

Questo cambiamento nell’alimentazione fu un punto di non-ritorno per il genere umano.
Dall’avere una alimentazione varia di alimenti naturali e selvaggi passammo a ricavare l’80% dei nostri nutrienti dal un solo tipo di cibo: i Cereali.

 

Quello che non sapevamo, però, è che i Cereali stavano interagendo col nostro sangue in maniera anomala, creando differenze evidenti nelle dimensioni del nostro corpo, del nostro sistema scheletrico (più piccolo e fragile), nella nascita di malattia (anche croniche, oltre che semplici infiammazioni) che non si capivano ne conoscevano e sbalzi della pressione sanguigna come vedremo più avanti.

 

 

OK, MA QUAL’E’ IL COLLEGAMENTO TRA CEREALI E  MALATTIE?

Le ragioni sono molteplici.

L’avvento dei Cereali sulle tavole ha tolto molto spazio all’utilizzo di tutte le varie verdure, frutti, vegetali, carni, e alimenti che prima venivano utilizzate al posto dei grani.

Il Pane da solo, è stimato che OGGI fornisca il 50% del nutrimento alla popolazione mondiale. Originariamente tutte questa immensa quantità di cibo era occupato da altri cibi, ricchissimi di vitamine biodiposnibili, minerali, micronutrienti, antiossidanti. Sostanze quasi totalmente assenti nei Cereali.

E’ inutile che si continuino a pubblicizzare i nutrienti dei Cereali, perchè sono poverissimi in quasi tutto. Solo perchè contengono un poco (pochissimo) di potassio o magnesio, e solo perchè molti non sanno che altri alimenti ne contengono in quantità di gran lunga maggiori, o semplicemente che quelli dei cereali non sono granchè biodisponibili per il corpo umano.

 

Innanzitutto molte Proteine dei Cereali sono incompatibili con l’uomo a partire dal Glutine, come chiarito bene nell’articolo completo sul Glutine.
Ma non solo. Queste proteine creano reazioni più o meno gravi, soprattutto nell’intestino, a seconda nell’individuo.

 

Queste proteine in pratica, col tempo, abbattono i microvilli del tuo intestino e permettendo che particelle di cibo circolino nel tuo sangue indisturbate. Questa patologia ha il nome di Leaky Gut Syndome (LGS) ovvero Sindrome dell’Intestino gocciolante. In altre parole la permeabilità della mucosa aumenta in maniera esagerata.

Altre proteine dei Cereali, le Lectine, attraversano questa mucosa portando con sè altre particelle di cibo, che il sangue non riconosce.
Parte quindi una reazione da parte del Sistema Immunitario
per difendersi. Ecco dunque nascere diverse patologie di conseguenza in diversi individui, a causa di questo meccanismo.
Vediamo le principali, una ad una:

 

 

MALATTIE AUTOIMMUNI

In alcune persone, i Cereali possono arrivare ad impedire al corpo di metabolizzare micro-nutruenti, come le Vitamine, ANCHE quando derivanti da altri cibi, creando di fatto le malattie AutoImmuni (di cui abbiamo già parlato in un altro articolo completo sulle Autoimmuni).

 

Il collegamento tra Cereali e Intolleranze e Autoimmuni vanno di gran lunga oltre il discorso Glutine, per quanto il Glutine sia il problema maggiore.
Il problema dell’allergia al Glutine è solo il più evidente, ma al di sotto di esso esiste tutto il mondo delle intolleranze degli altri cibi.
Cibi che non si possono più assimilare per blocchi creati proprio dai cereali per le persone che possiedono un forte sensibilità verso Glutine e Cereale in generale.
E l’impossibilità da parte del nostro sistema immunitario di distinguere una proteina tossica (da cereali) da un propria proteina (del proprio corpo), attacandola in ogni caso ciecamente.

Il discorso è molto complesso e viene ben snocciolato nei testi dal Dr. Del Thiessen.

Ci sono intestini che evolvendosi hanno prodotto un adattamento verso i Cereali e li tollerano discretamente.
Altri invece che vivono queste situazioni disastrose proprio a causa loro.

 

 

SISTEMA ENDOCRINO

Come abbiamo visto prima, abituarsi a mangiare carbo quotidianamente e ad ogni pasto, porta gradualmente a sovraccaricarci di stress. Cortisolo e Adrenalina vengono spinte continuamente a manetta in circoli di alti e bassi senza fine in alternanza con l’Insulina (l’ormone principale responsabile degli zuccheri nel sangue).

 

E’ molto importante, sia per la salute che per la forma fisica,  stimolare  l’insulina con intelligenza,

 

evitando di creare picchi frequenti di Insulina
durante la giornata.

 

Altrimenti nella pratica questo equivarrebbe a fame continua, sbalzi di umore, malessere e depressione, tendere ad accumulare grasso invece che consumarlo, superlavoro del Sistema Immunitario per le infiammazioni continue ed innumerevoli. Fino a diventare croniche.

 

 

SOVRAPPESO

Poteva mancare la più basica delle disfunzioni?
Infiammazzioni uguale ristagno di acqua nei tessuti. Senza considerare il fatto che nulla come la Farina o i Cereali trattiene più acqua sottocutanea, con un ristagno di liquidi cronico
.
Naturalmente è sempre un problemi di quantità, ma questo meccanismo è bene ricordare che è sempre in atto. Proprio per imparare a bilanciarne il consumo durante la giornata

 

Non devo dirti io che l’Insulina alta che abbiamo visto prima (con conseguente stimolo di ormoni catabolici, e quindi ‘ingrassanti’) velocizza il deposito di grassi nel tuo adipe, per uso futuro. Insulina alta significa immagazzinare velocemente se non si consumano quei carbo velocemente con un attività mentre sono in  circolo.
O perlomeno così ragiona il tuo corpo. Ma difficilmente tu incontrerai un periodo di carestia o di digiuno, dove potrai usare queste scorte.

Anzi, continuerai a mangiarli tutti i giorni, ancora ed ancora, aumentando semplicemente il tuo deposito personale di adipe.

 

 

COLESTEROLO ALTO

Ho scritto TUTTO sulle causa del Colesterolo alto in un articolo di 4000 parole e quindi non mi andrò a ripetere qui. Se ancora non lo hai letto semplicemente LEGGILO ora, perchè è un altro pilastro di questo blog e sei ti sta piacendo questo articolo, troverai moltissime info utili anche lì.

Per darti un’infarinatura di cosa causano i Cereali, ti ricordo anche qui che il Colesterolo nel sangue si deve alzare in caso di infiammazioni nelle arterie, in quanto il Colesterolo giunge sul posto quando deve rimarginare una ferita nelle arterie, e noi chiamiamo questo ‘crosta’ sulla ‘ferita’ Placca ateromatosa.

 

Ti riporto un estratto dall’articolo:

[…] Gran parte delle persone vive con infiammazioni croniche nel circolo sanguigno, e questo quindi le porta ad avere costanti livelli di colesterolo alto. Ma il colesterolo non è la causa, è il sintomo (cioè il tentativo di riparare).

E da dove nascono tutte queste infiammazioni?

Dagli sbilanciamenti ormonali, dovuti quasi tutti all’innalzamento dell’insulina naturalmente. E come sappiamo questo accade per il largo consumo di zuccheri, cereali e farine (alla base della piramide alimentare della medicina tradizionale), il fumo, lo stress, i grassi trans-genici, i cibi cotti ad alte temperature. […]

 APRI L’ARTICOLO COMPLETO SUL COLESTEROLO ➢

 

 

FITATI

Infatti non solo i cereali sono scarsissimi in vitamine, ma molti contengono sostanze che ne diminuiscono l’assorbimento nell’intestino. Persino la sintesi di vitamina D (prodotta col sole che prendiamo) è inibita dal consumo di cereali. Infatti i Fitati dei grani (delle molecole molto complesse di fosforo) sono responsabili per bloccare l’assorbimento di calcio ferro e altri minerali in maniera irreversibile. Se pensi di aver bisogno di poco calcio e ferro, sappi che l’anemia è uno dei primi problemi del sangue dei paesi europei cosidetti civilizzati, e il ferro è il minerale che la coltivazione industriale ha diminuito maggiormente nei vegetali negli ultimi 100-200 anni.

 

 

CERVELLO

Inoltre la mancanza di questo ferro (biodispobile) e dello zinco (biodisponibile) nei bambini è stato accertato come responsabile delle loro difficoltà di apprendimento e concentrazione. Oltre che sviluppare nell’evoluzione della specie un abbassamento del quoziente d’intelligenza medio e aumento dell’Ipogonadismo, ovvero lo sviluppo anomalo degli ormoni sessuali in giovane età.

Nei paesi ad alto consumo di cereali l’Ipogondismo è al 3% con dati in crescita (mentre nei paesi con abitudini più primitive’ e meno civilizzati e sotto l’1%), con per giunta una crescita dello scheletro inferiore.
Inoltre oggi si stanno scoprendo nuovi dati della loro correlazione anche con l’Autismo.

Insomma il contrario dell’evoluzione di una specie.

PS. Per dare un dato rapido, nei cibi di origine animale, la biodisponibilità del solo  zinco, è 4 volte superiore.

 

 

L’ACIDIFICAZIONE

Il problema del Ph è il principale problema umano.
Come ho già scritto ovunque, il nostro corpo si mantiene sano quando è leggermente alcalino (7.2 – 7.4). E le malattie in generale (agenti patogeni, infiammazioni, funghi, etc) riescono a nutrirsi e propagarsi solo in ambienti acidi.

Ne consegue che l’Alimentazione deve favorire un ambiente alcalino e non acido.

Però qui è dove spesso casca l’asino. Perchè questo non significa non mangiare cibi acidi al sapore (ad esempio, il limone è un alimento molto alcalino per noi) perchè tutto dipende dalle reazioni chimiche di un alimento con i nostri succhi gastrici.

Ad esempio, gli alimenti più acidi sono quelli che non si direbbe mai: lo Zucchero è molto molto acido (Ph 2), il Caffè è molto acido, e naturalmente i Cereali sono acidi (anche se in quantità diverse a seconda del cereale). Questo è uno dei motivi per cui portano infiammazioni naturalmente.

Molti movimenti alimentari si concentrano sull’acidità delle carni e delle proteine animali, il che è vero naturalmente, dal momento che le proteine sono elementi con basi azotate, e l’azoto è acido per il nostro sistema.

Ma il punto non è assumere cibi acidi. Una porzione di cibi acidi è in realtà necessaria per l’equilibrio del Ph interno.

 

Il punto è assumere i cibi acidi migliori.

 

Le carni di qualità forniscono aminoacidi di qualità, necessari per TUTTE le funzioni del corpo (checchè se ne voglia discutere).

Quasi tutti i cereali invece forniscono acidità senza dare niente in cambio, sono poveri di tutto, come abbiamo già visto abbondantemente.

Un cattivo affare.

PS. Il Miglio è l’unico cereali alcalino. Il riso è un’altra ottima scelta dal punto di vista del ph.

 

 

OSTEOPOROSI

L’Osteoporosi si è divulgata a macchia d’olio, non più solo negli anziani, ma anche nella popolazione più giovane.
Non è un caso che in Occidente l’osteoporosi sia una piaga comune a praticamente TUTTI.
Una donna ad esempio, in particolare durante il ciclo, dovrebbe assumere circa 800mg/1 grammo di Calcio al giorno.

Controlla adesso quanto Calcio è contenuto nei cibi di oggi, dalle tabelle che trovi ovunque…

Fatto??

Ora dimmi se ritieni facile raggiungere questa quota.

Molto, molto difficile vero?

Aggiungi che non tutto quel Calcio è metabolizzabile dal tuo sangue, in particolare se viene da fonti sbagliate come cereali, oppure in mancanza di altre ‘conduttori’, come il Magnesio cloruro (in forma di sale) per fare un esempio tra mille.
In tutto questo scenario, ne consegue che siamo quasi sempre in deficit di Calcio effettivamente utilizzabile, e i Cereali vengono a  peggiorare ulteriormente questo panorama, impedendo l’assorbimento anche di gran parte di quel Calcio che assumiamo.

Sfortunatamente, molti dottori tradizionali in caso di osteoporosi suggeriscono una dieta povera in grassi, alta in fibre e cereali integrali, e un supplemento di calcio in pillole...

Ma quel Calcio in pillole possiede bassissima biodisponibilità, e i fitati di tutti quei cereali ne bloccherebbero comunque l’assorbimento.

Un disastro.

 

 

MANCANZA DI GRASSI

Abbiamo tirato in ballo i Grassi, quindi parliamone un momento.

Tutti i cibi pre-agricoltura che l’uomo consumava erano a base di Grassi, Grassi di vari tipi ma comunque sempre Grassi, che oggi sono tanto diffamati (perchè come luogo comune si crede ancora che i grassi ingrassino) questo è dovuto al sistema calorico come sistema di riferimento, ho scritto riguardo l’argomento qui). Dunque si suggerisce di mangiare i Cereali, i quanto hanno una quantità di grasso pari quasi a zero. E a parità di peso contengono meno calorie.

Se si usa il sistema calorico come riferimento, sembra logico fare così, no?

Per questo è cosi importante avere dubbi sui sistemi alla base di qualsiasi scienza, perchè cambiare uno schema può sconvolgerne le leggi che ne conseguono.

 

E di certo quei pochi grassi dei Cereali non possiedono gli essenziali Omega3 di cui il nostro corpo ha un bisogno disperato, come l’aria che respiriamo.. Anzi i Cereali vanno a sbilanciare ulteriormente l’equilibrio tra Omega6 e 3 di cui abbiamo già parlato abbondantemente in altri articoli.

La nostra genetica ha utilizzato i grassi per la sua evoluzione in TUTTE LE SUE FUNZIONI.
Vivere con un regime povero di grassi, o con i grassi contati, equivale a creare problemi sempre.

E abbiamo spostato l’alimentazione su schemi assurdi come quello calorico, che privilegia tutto ciò che è povero di grassi e ricco in carboidrati.

 

Abbiamo detto prima che un’altra conseguenza dell’alimentazione ‘mediterranea’ a base di Grani e Farine è la riduzioni dello Scheletro.
L’altezza media dei paesi con alto Consumo di cereali è sempre nettamente più bassa dei paesi (come i nordici) a base di pesce e vegetali. Questo probabilmente è solo un’altra conseguenza del mancanza di Minerali biodisponibili e anche da un apporto inferiore di proteine nei primi anni 10-20 anni della crescita.
Oltre che alla peggiorata comunicazione nervosa e ormonale, di cui abbiam parlato prima.

 

 

INSULINO-RESISTENZE – DIABETE TIPO 2 – LEPTINO-RESISTENZE- SINDROMI METABOLICHE

Infatti la Lista di problemi non finisce certo qui, ma non possiamo analizzarli tutti nello spazio di questo articolo.
Ma se l’aumento di malattia e farine in concomitanza negli ultimi 130 anni non ti è sufficiente a cambiare idea, perchè non vuoi assolutamente abbandonare le tradizioni che ti hanno inculcato, allora considera questo:

quando un chicco di cereali viene macinato in farina, la superficie del grano stesso aumenta di circa 10.000 volte.
Per il corpo questo significa, che quella farina è praticamente identica allo zucchero, come velocità di circolazione di quegli zuccheri nel sangue.

E se consideri che gran parte delle ricette comprendono farine e zucchero insieme….

E se consideri che questi cibi vengono mischiati insieme dalla maggior parte della popolazione, nelle colazioni, nele bibite, o anche nei più semplici piatti…

Come è possibile che non venga il Diabete? Come fa il Pancreas a non bloccarsi? Come può il corpo sopportare tutto questo per anni?

Le malattie sono il modo del corpo di comunicarti qualcosa.

 

Ma il vero disastro, naturalmente, è che queste informazioni non circolano.

 

 

 

OLTRE L’ALIMENTAZIONE: LA SOVRAPPOPOLAZIONE

Prima di vedere i danni di questi cereali vorrei evidenziare un ragionamento.

Con la nascita dell’agricoltura si è registrata anche una crescita impressionante della popolazione umana nel mondo.

Che non si è più arrestata da allora.

Un bene?
Forse non sai ancora, per totale mancanza di diffusione dei mass media, che la sovrappopolazione è il IL problema principale terreste oggigiorno.

Siamo in troppi e continuiamo ad essere sempre di più, senza sosta, in un percorso che non può portare a un finale positivo a lungo termine.
Senza Cereali non saremmo mai potuti arrivare a un numero simile ( circa 7 miliardi), per il semplice motivo che molte famiglie non avrebbero potuto concepire tanta prole.

Se ipoteticamente oggi dovessimo cancellare i Cereali dalla faccia della terra, NON potremmo più alimentare i 7 miliardi di individui che esistono.
Mentre nella preistoria gli uomini si alimentavano da circa 100-200 diverse specie di animali e vegetali, con l’avvento dell’agricoltura ci siamo limitati ad usare sempre gli stessi animali e vegetali per la produzione di prodotti.

Senza cereali non sarebbe stato possibile arrivare a questo punto.

La crescita della popolazione umana fu lenta e graduale nell’arco di milioni di anni prima dell’agricoltura. Dopo l’agricoltura, il numero è salito ad una velocità impressionante e inarrestabile, centuplicandosi in un pugno di anni.

Nei soli ultimi 130 anni la velocità di aumento è divenuta incontrollabile E, guarda caso, la Farina è diventato l’alimento in assoluto più consumato quasi in tutti gli stati.

Inoltre paradossalmente, l’Università del Missouri afferma dalle sue ricerche, che dal 1930 ad oggi la quantità di sperma degli uomini si è ‘dimezzata’. Questo di sicuro avrà una relazione anche con problemi come l’impotenza, o altri problemi sessuali e ormonali in genere (come abbiamo visto anche prima).

Come mai?

La mia opinione è che la natura ha sempre i suoi modi per interrompere gli errori di una specie.

Dunque in pratica, mentre da un lato l’agricoltura fu vista come una benedizione a breve termine, si stava rivelando come una maledizione a lungo termine.

 

 

DUBBI FREQUENTI

E I CEREALI INTEGRALI VANNO BENE?

Sarò breve, e ti dico rapidamente che i Cereali integrali non vanno ugualmente bene.

Vanno meglio, ma non bene.

Mantenere una quantità più alta di fibra nei chicchi può aiutare ad abbassare l’indice glicemico, ma non risolve i problemi dell’incompatibilità col nostro DNA.

L’Acido Fitico che blocca l’assunzione di minerali è presente sia l’interno del chicco che nel rivestimento esterno.bInoltre non abbassa l’IG di molto, il picco insulinico rimane comunque esagerato.

 

 

MANGIARE POCHI CEREALI NON SIGNIFICA SEGUIRA UNA IPER PROTEICA?

Ho già speso molte parole in altri Articoli riguardo le Iperproteiche, dunque qui sarò conciso.

L’Iperproteica è per sua stessa definizione una alimentazione in cui sono presenti troppe proteine.

 

Mentre la gente definisce iperproteica qualsiasi alimentazione povera di cereali.

 

Non è la stessa cosa.

Ad esempio un dieta può avere la quantità di proteine corrette, ma bassi carbo complessi.
Il terrore dei mass media sulla mancanza di cereali ha messo confusione nella testa della gente.

Non devi preoccuparti delle proteine fintanto che ne assumi una quantità corretta. Se arrivi ad assumere 3 grammi di proteine per kilo corporeo, ok allora se in un Iperproteica e stai affaticando il sistema. Ma è molto difficile che tu lo stia facendo.

 

Quante proteine è giusto mangiare?

Questo è uno dei dibattiti più grandi nel mondo dell’alimentazione. Ed uno di quelli su cui mi sono soffermato più a lungo io.
Il mio parere finale è semplice, come ho mostrato già  in un paio di articoli:
fintanto che sei sedentario/a  è sufficiente stare su 1 grammo di proteine puro,per kg corporeo al giorno.
In caso di attività fisica o di un’atleta le quantità aumenteranno secondo il caso.

 

 

TUTTI I CEREALI SONO UGUALI? NESSUN CEREALE VA BENE?

Senza ombra di dubbio, ci sono Cereali migliori e peggiori, ma a lungo termine tutti i cereali causano danni se consumati come abitudine.

I peggiori sono senz’altro sempre quelli contenenti glutine: Grano, Kamut, Orzo, Farro, etc.

Quelli senza glutine creano meno problemi: Riso, Miglio, Amaranto, Quinoa, Grano Saraceno (che in realtà è un fiore, non un grano)

In particolare il Miglio è ottimo. E il Riso va bene, purchè bianco e non integrale (incredibilmente questo cereale è più sano non -integrale, perchè gran parte delle proteine più nocive sono contenute nel rivestimento esterno.)

 

 

QUINDI NON VANNO MANGIATI PROPRIO MAI?

Questo punto è molto importante, e dove le opinioni si dividono.

Ad esempio i sostenitori della Paleo dieta pura direbbero che una tossina non va mangiata mai.
I nutrizionisti tradizionali dicono che vadano mangiati sempre quotidianamente, e che sono alla base della piramide alimentare.

Questo è il mio parere: I Cereali sono senz’altro tossine, e tutte le ricerche del mondo hanno convogliato chiaramente in questa direzione.

Ma è sempre giusto togliere definitivamente una tossina? A primo impatto si può pensare sicuramente di si.

Io non sono completamente d’accordo.
Perchè togliere completamente un cibo dalla nostra alimentazione, in particolare se infiammante, ci rende particolarmente sensibili e vulnerabili in futuro, nel caso dovessimo entrare in contatto con quel cibo.

Dal momento che non viviamo in un grotta e non siamo eremiti, ci capiterà senz’altro nelle nostra quotidianità di mangiare una fetta di torta a un compleanno, una pizza con amici ogni tanto, di fare una spaghettata fuori.

Se viviamo un regime alimentare in totale assenza di grani, nel momento in cui ci entriamo in contatto le reazioni saranno disastrose. Lo so perché ho provato io stesso su di me, per diversi mesi. E anche solo dopo alcune settimane in assenza di cereali, mangiare una pizza può mandarti a fuoco, farti sudare da fermo e in definitiva farti sentire malissimo, nervoso, sul punto di esplodere.

Dunque non credo che sia necessario disintossicarsi totalmente, bensi trovare il modo di rimanere ‘vaccinati’ a questi alimenti, senza esserne schiavi. Per farlo la cosa migliore è organizzare la propria alimentazione con intelligenza e giocare d’anticipo. Inserire i cereali in momenti specifici e pianificati della settimana, in maniera da poterli consumare di tanto in tanto ma senza sviluppare dipendenza e senza darci i problemi di salute che abbiamo visto.

 

 

PERCHE’ I MEDICI (TRADIZIONALI) ALLORA CONSIGLIANO SEMPRE I CEREALI?

Sottolineo tradizionali, perchè i medici aggiornati e moderni conoscono tutti i dati che ho esposto in questo articolo.
E di fatto io stesso mi sono dedicato in questi anni, proprio allo studio di questi medici innovativi, per giungere alle conclusioni presentate qui.

I medici consigliano i cereali fondamentalmente perchè  seguono come sistema di riferimento energetico, il sistema Calorico. Dunque escludono tutto ciò che è molto calorico e includono tutto ciò che lo è meno.

Perchè ripetono quello che hanno studiato sui testi delle università, e ripetono quello che hanno fatto i medici prima di loro, senza mettere in discussione niente, senza spirito critico, senza farsi domande, senza il benchè minimo dubbio.
E senza dubbio non c’è crescita. O per dirlo con Voltaire Il dubbio è scomodo, ma solo gli imbecilli non ne hanno.”

Perchè mantenere le tradizioni è molto più facile apparentemente, che cercare un’evoluzione e sviluppare una scienza.

Ma alla fine la medicina stessa si contraddice sempre perchè nemmeno tra medici vige unanimità. Eppure se il corpo umano fosse una semplice macchina, tutti i medici dovrebbero averla già capita facilmente ed essere d’accordo su come farla funzionare al meglio.

Invece non è cosi.

Forse perchè il corpo umano non è una macchina meccanica, e incasellabile entro dei valori numerici come le calorie, ma è uno strumento molto più complesso da conoscere.  Con sfumature che una mente solo razionale e ortodossa, non può e non è interessata ad osservare.

 

 

PENSIERI CONCLUSIVI

Dunque ricapitolando, i problemi globali arrecati dai cereali nella storia umana sono:

– Avvento di malattie gravissime, prima inesistenti

– Aumento della popolazione, fino a raggiungere la sovrapopolazione odierna

– Creazione di un società malata, più stanca, più debole, con un quoziente intellettivo in discesa. Ovvero, il contrario dell’evoluzione di una specie.
Tutti questi dati portano necessariamente alla conclusione che i Cereali sono tossine per il corpo umano.

Le proteine dei cereali attraversano l’intestino con grande facilità senza problemi, portando con se tutto quello che possono, entrando nel nostro sangue indisturbati.

Nelle alimentazioni senza o con pochi cereali ho visto sui miei clienti un matematico calo del colesterolo, del peso, della pressione sanguigna alta, delle infiammazioni generiche (anche croniche) come artrosi, miglioramento delle dermatiti o acne, e aumentano in maniera incalcolabile dei livelli di energia.

E’ naturale che un’alimentazione senza Cereali va organizzata bene. Ma i vantaggi che apporta sono innumerevoli.

Capisco che pasta, dolci e crackers possano piacerti molto, anche a me piacciono, e capisco che il tuo dottore ti abbia incoraggiato a mangiarli, e lo so che adesso pensare di toglierli possa sembrare assurda. Ma sostituire i cereali con altro può essere il singolo passo più importante per la tua salute.

Puoi iniziare gradualmente, semplicemente diminuendoli dalle tue abitudini.

Se in particolare devi perdere peso, o soffri di una qualsiasi della patologie viste sopra, prova a togliere i cereali per 60 giorni e guarda sulla tua pelle se avvengono cambiamenti. Fai la prova nella pratica, senza ascoltare nessuno, e poi farai le tue valutazioni.

Se non sarai soddisfatto potrai sempre tornare a mangiarli dopo. Anche se dubito che lo farai. Una volta che avrai sentito la leggerezza e la vitalità che probabilmente non provavi dall’infanzia, non vorrai tornare indietro.

Se vuoi fare un percorso preciso e fatto bene e hai bisogno di aiuto, puoi sempre compilare il questionario qua sotto per avere il mio primo parere personale sulla tua situazione.

Ma in ogni caso inizia a fare piccoli cambiamenti, perchè ti daranno enormi risultati col tempo.

E se pensi che questo articolo ti sia stato utile, Condividilo
(sempre qui sotto).

 

 

BIBLIOGRAFIA

Dr Del Thiessen, articoli e testi
Dr Mercola, articoli e testi
Dr Cordain, articoli e testi
Dr Barry Sears, articoli e testi
Dr Maelan Fontes, articoli
Dr.ssa Silvia Cattani, conferenze
Dr Alessandro Orlandini, conferenze
Claudio Tozzi, articoli e testi
Charles Poliquin, articoli

 

 

Primo Consulto gratuito







FacebookInstagramYoutubePassaparolaGoogle


la tua privacy è importante per noi, nessuno dei tuoi dati verrà condiviso con terze parti

GLI ULTIMI ARTICOLI

Elastici Fitness: 7 Benefici ed Esercizi

Utilizziamo gli elastici (o Fasce di Resistenza). 7 Benefici degli elastici ed Esercizi per costruire la Muscolatura evitando infortuni.

Leggi di più

COSA SUCCEDE AL CORPO QUANDO SMETTI DI ALLENARTI

Ormai tutte le prove dimostrano che gli effetti dell'allenamento sul cervello ti aiutano a...
Leggi di più

Dismorfismo Corporeo: L’immagine allo specchio distorta

Chi poteva immaginare che il Dismorfismo corporeo potesse nascere anche dalle favole della...
Leggi di più

PANCAKE PROTEICO LOW FAT

  Dopo la Ricetta dei Pancake Proteico Low Carb, ecco finalmente la ricetta del Pancake...
Leggi di più

CICLO MESTRUALE E FAME NERVOSA? ECCO COSA FARE

Vi è mai capitato di avvertire un’irrefrenabile voglia di cibi dolci durante il periodo precedente...
Leggi di più

SGARRO ALLA DIETA: LA GUIDA COMPLETA

Tutto quello che devi sapere per costruire il tuo Sgarro

Leggi di più

I 3 MIGLIORI ESERCIZI PER L’ADDOME E LA PANCIA PIATTA

Dopo aver visto nei precedenti articoli i 3 migliori Esercizi (senza attrezzi) per Gambe &...
Leggi di più

VITAMINA D: L’ORMONE ESSENZIALE

Il temine “Vitamina D” si riferisce a 2 molecole:   l’Ergocalciferolo (o vitamina D2),...
Leggi di più

ESERCIZI TRX COMPLETI

a cura di Simone Riccio - Paolo Perego   L'allenamento in sospensione (o TRX) è una modalità...
Leggi di più

CELLULITE: CAUSE E RIMEDI PRATICI

La Cellulite o PEFS, ossia Panniculopatia Edemato-Fibro-Sclerotica è un inestetismo provocato...
Leggi di più

I FAMOSI

CICLO MESTRUALE E FAME NERVOSA? ECCO COSA FARE

Vi è mai capitato di avvertire un’irrefrenabile voglia di cibi dolci durante il periodo precedente...
Leggi di più

GLUTINE: I PROBLEMI OLTRE LA CELIACHIA

Nota prima di cominciare Questo articolo non vuole demonizzare nessun alimento. Bensì mettere in...
Leggi di più

IL LATTE COMMERCIALE FA BENE?: COSA BISOGNA SAPERE

Nota prima di cominciare Questo articolo non vuole demonizzare nessun alimento. Bensì mettere in...
Leggi di più

CEREALI & FARINA FANNO SEMPRE BENE?

Nota prima di cominciare Questo articolo non vuole demonizzare nessun alimento. Bensì mettere in...
Leggi di più

I 5 INTEGRATORI PRINCIPALI CHE USO

In questa sezione voglio dare solo una breve panoramica degli integratori che hanno funzionato...
Leggi di più

MALATTIE AUTOIMMUNI: CAUSE E NUOVI APPROCCI

Sono stato a lungo indeciso se scrivere un articolo intero su questo argomento o meno. La bozza di...
Leggi di più

IL MITO DEL COLESTEROLO ALTO

di Dave Gamba, personal trainer e Giorgia Visentini, biologa nutrizionista   Questo articolo...
Leggi di più

RIPETUTE: I BENEFICI DEGLI SCATTI

Visto che ho ricevuto innumerevoli risposte ai miei 2 post precedenti (Allenamento Aerobico per...
Leggi di più

ALLENAMENTO AEROBICO PER DIMAGRIRE

Scrivo questo breve articolo solo per dare la mia risposta a una delle domande più frequenti nel...
Leggi di più

TUTTO QUELLO CHE NON TI HANNO DETTO SUI GRASSI

Se fino ad oggi hai pensato che mangiare Grassi ti ingrassasse e fossero un nemico da evitare,...
Leggi di più

VITAMINA C alias ACIDO ASCORBICO: TUTTO CIO’ CHE DEVI SAPERE

Lo studio dell'Acido Ascorbico ha preso gran parte dei miei anni di ricerche. Sono sempre rimasto...
Leggi di più

IL PASTO IDEALE: IL CUORE DELLA NUTRIZIONE

Puoi considerare questo articolo un sintetico promemoria di tutte le cose essenziali per...
Leggi di più

Pin It on Pinterest

Shares
Share This