I DIVERSI TIPI METABOLICI: CONSIGLI ALIMENTARI

Alimentazione

Share

Quiz Metabolico

Insomma con quale benzina il tuo corpo produce la migliore energia. Infatti abbiamo visto anche che il Pasto Ideale per noi, deve essere ristoratore esattamente come un buon sonno.

Se c’è una sola cosa da ricordare riguardo la nutrizione, è proprio questo, le caratteristiche che sentiamo dopo un Pasto Ideale.

Se nelle 4 ore successive al pasto hai quelle caratteristiche fisiche,  allora significa che hai mangiato correttamente per il tuo fisico, indipendentemente da qualsiasi dieta e conoscenza alimentare.

Quello che cerchiamo di fare qui in questo articolo è di avvicinarci ulteriormente a quello stato.

E, ripeto anche qui, ricorda che:

Se mangi secondo il tuo Pasto Ideale andrai perdendo il peso in eccesso, raggiungerai il tuo peso forma, potrai superare diverse patologie fisiche e aumentarai la tua forza se stai aggiungendo il giusto allenamento.

Ora che conosci le percentuali corrette di Carboidrati, Proteine e Grassi per il tuo Tipo, vediamo dei consigli generali per tradurli nella pratica:

Tipo Proteico

Sono i tipi che vivono per mangiare. Le classiche alimentazioni piramidali che tutti conoscono li lasciano insoddisfatti, mosci e tendenti a ingrassare.

Dal momento che per le loro caratteristiche fisiche bruciano i carboidrati molto velocemente, devono mangiare più proteine e grassi per rallentare l’assimilazione degli zuccheri nel loro corpo.

Hanno in genere anche un appetito maggiore per il sale, che possono usare purquè utilizzino un sale marino di altà qualità non-raffinato e NON il classico sale da cucina raffinato.

Contrariamente ai consigli di molti “esperti”, loro sentono di dormire meglio se vicino all’ora di andare a letto mangiano uno spuntino alto in grassi e proteine (circa 2-3 ore prima).

Questo si deve al fatto che bruciando velocemente i carboidrati nel loro metabolismo, tendono ad avere un ipoglicemia nei livelli del sangue se non consumano una dose di grassi e proteine per rallentare l’ingresso di carboidrati nel sangue.

Se i livelli di zucchero calano nel mezzo della notte, il corpo si ritrova stressato nel tentativo di rialzare i livelli nel sangue. Questo dà spesso un sali-scendi dei propri ritmi ormonali durante la notte, che disturbano il rilascio di Melatonina (ormone del sonno e del sistema immunitario), come come degli ormoni della crescita.

Questo può portare a risvegliarsi sentendosi stanco e poco riposato. Questo è il motivo per cui i Tipi Proteici devono stare molto attenti a cosa mangiano per dessert o cosa bevono, perché se assumono troppi zuccheri semplici potrebbero sviluppare seri problemi di sonno, oltre a mal di testa cronici, fatica cronica, depressione, poca concentrazione mattutina, dolore al collo che spesso passano semplicemente regolande i livelli del sangue nelle ore prima di dormire.

Questo Tipo deve stare particolarmente attento anche a tutti i dolciumi e le barrette commerciali, oltre naturalmente a tutti i grassi e proteine di bassa qualità.

Se mangiano latticini magri c’è la possibilità che dopo abbiano ancora fame, e se un Tipo Proteico non si sende sazio tenderà a mangiare qualsiasi cosa si trova sottomano.

Se bevono il caffè è meglio senza zucchero o con latte crudo (non pastorizzato e non scremato). E sopratutto NIENTE DOLCIFICANTI ARTIFICIALI che sono veleno puro per chiunque, causando un ventaglio infinito di problemi.

Piuttosto un’ottima alternativa è la Stevia, fantastico dolcificante naturale.

Molti Tipi Proteici, sopratutto coloro che devono perdere peso, si troveranno meglio a mangiare frequentemente piccoli pasti bilanciati.

Ci sono molte teorie sulle quantità di proteine che si riescono a metabolizzare in un solo pasto, ma ciò che conta è che se dopo mangiato ti senti bene e con più energie (vedi sempre l’articolo il Pasto Ideale) significa che evidentemente non stai mangiando troppe proteine.

TIPO CARBO

I Tipi Carbo hanno la sfida opposta per il loro schema metabolico. Cosi come i Tipi Proteici non ottimizzano la digestione dei carboidrati quando mangiati da soli, i Tipi Carbo non metabolizzano benissimo grassi e proteine quando mangiati da soli.

Il Tipo Carbo deve, proporzionalmente, mangiare un dose maggiore di carboidrati ogni pasto e successivamente grassi e proteine (di cui ha comunque bisogno).

Solo perché un Tipo Carbo ha bisogno di più carboidrati, non significa che può mangiare qualsiasi dolciume o merendina e sentirsi apposto.

Il punto è che i Tipi Carbo si sentono meglio in una alimentazione da 70% di Carboidrati, ma devono essere zuccheri che vengono da cibo vero e non da cibi commerciali e industrializzati.

I Tipi Carbo spesso si sentono bene con un abbondante colazione, anche se probabilmente non saranno attratti da cibi pesanti di primo mattino. Preferiscono in genere cibi leggeri, come frutta fresca con un po di nocciolame, caffè (sempre meglio biologico), succhi di frutta spremuti o al massimo uova bollite.

Il loro appetito si ripresenta in genere già a meta mattina o verso l’ora di pranzo, dove sentono il bisogno di mangiare di nuovo alimenti zuccherini. Spesso, se fanno questi primi due pasti della giornata abbondanti e soddisfacenti, non sentono più il forte bisogno di mangiare molto durante la giornata e potrebbero finire con una cena leggera.

Se invece (come spesso accade a chi non sa di essere Carbo) non hanno soddisfatto le proprie voglie zuccherine durante la prima parte della giornata, rischiano di avere una fame vorace per qualsiasi tipo di zucchero e dolce, anche i peggiori.

Proprio per questo motivo loro devono mangiare abbondantemente a colazione e pranzo se lo sentono, così da regolare la propria glicemia e sentirsi soddisfatti.

Un Tipo Carbo insoddisfatto vorrà mangiare qualsiasi dolciume e questa è la cosa peggiore che può succedere per la salute, anche se si tratta di dolci naturali e biologici (perché caratteristica di qualsiasi dolve è avere un indice glicemico veramente altissimo).

Un dessert una o due volte la settimana non crea problemi, ma mangiare quotidianamente dolci come un Tipo Carbo insoddisfatto porta a una glicemia squilibrata, che finisce in un circolo vizioso di fame.

Dunque la chiave per il loro benessere è evitare dolciumi e bevande commerciali dolci, e basare la propria alimentazione su verdura e frutta (sopratutto!) di qualità e biologica. Oltre naturalmente a dover inserire una porzione di grassi e carboidrati nei loro pasti.

Anche i cereali sono importanti naturalmente, prestando attenzione a quali funzionano maggiormente per sè stesso/a. I migliori rimangono sempre: Riso integrale, Miglio, Avena (anche se contiene un poco di glutine, che è sempre meglio evitare o diminuire), Grano Saraceno, Amaranto, Quinoa.

I pasti a base di grassi possono farli sentire intontiti e fiacchi, e sentiranno bisogno di caffè (biologico) o qualche alimento zuccherino come un frutto per tornare a sentirsi un po’ meglio.

TIPO MISTO

Se il Test ti ha dato come risultato il Tipo Misto, hai la fortuna di essere il più facile da nutrire. Il Tipo Misto deve conoscere bene le caratteristiche elencate nei 2 precedenti Tipi, perché in qualità di Tipo Misto si ritroverà ad oscilllare spesso tra uno e l’altro.

I cambiamenti dipenderanno dalle proprie sensazioni, l’habitat in cui viviamo, e i propri livelli di stress psicologico, ormonale ed emotivo. Le oscillazioni possono variare da pasto a pasto, da settimana a settimana o da mese a mese. Come detto, dipende.

Questo significa che un Tipo Misto deve sviluppare l’abilità di sentire i messaggi inviati dal proprio corpo (e lo so bene, facendo io parte di questa categoria)

E facilmente ti ritroverai a fare dei pasti a metà tra Carboidrati e Proteine. Nel caso ignorassi le tue voglie, ti ritroverai spesso insoddisfatto dopo mangiato o col bisogno di mangiare altro dopo un ora dal pranzo o la cena. Proprio per questo imparare a sentire il tuo corpo sarà essenziale per te.

Per cominciare un Tipo Misto dovrebbe fare dei pasti al 50% di Proteine e Grassi e al 50% di Carboidrati, e successivamente cambiare leggermente le proporzioni a seconda di quello che ci fa stare meglio.

Quindi in particolare per loro, l’utilizzo del Pasto Ideale come riferimento è fondamentale! Ad ogni pasto dovranno fare riferimento a quelle caratteristiche per capire se il pasto appena fatto è stato corretto.

Dunque si segneranno cosa digeriscono meglio e cosa li fa sentire stanchi o poco energici.

I CAMBI DEL TIPO

Bene, abbiamo visto i diversi Tipi Metabolici. Ora non resta che da mettere in atto i suggerimenti nella pratica.

Ma non è finita qui.

Man mano che apportiamo queste modifiche alla nostra alimentazione è bene essere attenti a quegli alimenti che ci fanno sentire meglio e segnarceli.

Se ad esempio ci accorgiamo che dopo un pasto a base di uova ci sentiamo bene e dopo una bistecca no, è bene ricordarlo, per appurare se anche i pasti successivi varrà lo stesso.

Nel caso che la sensazione permanga in ogni occasione, significherà davvero che quell’alimento non è adatto per noi, oppure è perfetto per noi!

Avremo trovato nella nostra esperienza pratica gli alimenti migliori per noi.

E sarà un piacere sapere sempre cosa mangiare per rientrare nel fisico che desideriamo e senza sentirci fiacchi continuamente.

Un ultima cosa prima di finire:

Il Tipo Metabolico può cambiare a seconda del periodo e della situazione.

Esatto, il Tipo Metabolico non è necessariamente un parametro statico.

Il corpo cambia, l’habitat in cui viviamo puo cambiare (luogo, clima, etc), le nostre situazioni di vita possono cambiare (ad esempio il Tipo può variare in seguito a un incidente fisico, dove la necessita proteica può essere molto più alta).

Dunque è buona norma rifare il Test ogni 2-3 mesi e adeguarsi agli eventuali cambiamenti.

Oppure avere la sensibilità di rimanere sempre a contatto con quello che proviamo dopo un pasto.

Se ad esempio la frutta al mattino ci sempre dato energia e ci accorgiamo che ultimamente al contrario mi sento fiacco dopo colazione, è il caso di fare prove diverse.

Bisogna dire però che, in realtà, dopo alcuni mesi di questo “regime alimentare” il corpo tende a regolarizzarsi e, nella maggior parte delle persone il Tipo Metabolico rimane quasi sempre invariato.

Body Mastery

Autori

  • Dave Gamba Personal Trainer Online